Archivio degli autori eva

Norme pubblicate nel mese di settembre 2018

BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE VENETO

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE n. 108 del 01 agosto 2018
Relazione finale, in esecuzione del mandato conferito alla Commissione d’inchiesta per le acque inquinate del Veneto in relazione alla contaminazione di sostanze perfluoroalchiliche (PFAS). (Deliberazione del Consiglio regionale del Veneto n. 72 del 15 maggio 2017).

  • Bur n. 90 del 31 agosto 2018

DECRETO DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE n. 305 del 23 luglio 2018
Concessione dei contributi, previsti dal Bando approvato con DGR n. 698 del 21 maggio 2018, a sostegno di interventi di adeguamento/manutenzione straordinaria di centri comunali di raccolta di rifiuti urbani. Impegno di spesa.

  • Bur n. 97 del 25 settembre 2018

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1305 del 10 settembre 2018

Pagamento del tributo speciale per il conferimento in discarica in misura ridotta per le Amministrazioni comunali che raggiungono precisi obiettivi di raccolta differenziata ai sensi dell’art. 39, commi 4 e 4-bis della L.R. n. 3/2000. Modifica della delibera di Giunta regionale n. 566 del 30.04.2018 di certificazione della percentuale di raccolta differenziata (RD) dell’anno 2017 ai fini del pagamento del tributo speciale per il deposito in discarica.

 

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

Circolare n. 149 del 4 settembre 2018
Tempistiche notifica provvedimenti di cancellazione per mancato versamento dei diritti di iscrizione

Scadenze ambientali di ottobre 2018

  • 20 ottobre – CONAI  – Dichiarazione mensile/trimestrale CONAI (mod. 6.1; 6.2; 6.10) – si ricorda che le dichiarazioni vanno obbligatoriamente effettuate mediante la procedura online

CONAI: variazioni nei contributi ambientali sugli imballaggi a partire dal 1 gennaio 2019

Il CONAI ha diffuso nel corso dell’estate un comunicato di riepilogo di tutte le modifiche al Contributo Ambientale sugli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, plastica, legno e vetro che avranno luogo a partire dal 1 gennaio 2019.

Per alcuni materiali, acciaio e alluminio, il contributo verrà ridotto. Per gli altri, sono stati deliberati degli aumenti che vengono motivati puntualmente nel documento citato.

Si riassumono così le modifiche che avranno effetto dal 1 gennaio 2019:

  • contributo ambientale su imballaggi in acciaio: diminuzione da € 8,00/ton a € 3,00/ton
  • contributo ambientale su imballaggi in alluminio: diminuzione da € 35,00/ton a € 15,00/ton
  • contributo ambientale su imballaggi in carta e cartone: aumento da € 10,00/ton a € 20,00/ton
  • contributo ambientale su imballaggi in plastica: aumento medio pari a € 263,00/ton (verrà specificata in seguito la ripartizione per le tre fasce contributive)
  • contributo ambientale su imballaggi in vetro: aumento da € 13,30/ton a € 24,00/ton

 

Comunicato CONAI su rimodulazione del contributo ambientale sugli imballaggi.

Caratteristica di pericolo HP14 – Nota dell’ ISPRA 8 agosto 2018

L’ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale) ha messo a disposizione una nota esplicativa utile alla corretta attribuzione della caratteristica di pericolo HP14 – Ecotossico nel processo di classificazione dei rifiuti pericolosi.

La nota da riferimento alla nuova definizione della caratteristica HP14 contenuta nel Reg. UE 2017/997 (leggi la nostra notizia)

Leggi la nota dell’ISPRA “Approccio Metologico per la valutazione della caratteristica di pericolo HP14 ‐ Ecotossico”

 

Risparmio energetico: lampadine alogene addio dal 1 settembre

Il regolamento UE n. 244/2009 ne aveva già previsto la messa al bando a partire dal 1 settembre 2016 ma le aziende produttrici avevano richiesto una proroga di due anni.
Eccoci giunti quindi alla piena applicabilità, a partire dal 1 settembre 2018, del divieto di produrre nuove lampade alogene con classe di efficienza energetica D, considerate troppo energivore e facilmente rimpiazzabili con prodotti di maggior efficienza quali i LED, in grado di consumare fino a 5 volte meno rispetto alle alogene.
Il divieto non riguarderà, comunque, tutte le lampade. Saranno messi fuori produzione i classici bulbi di vetro a forma di pera (non direzionali, in classe energetica D) ma non le lampade alogene direzionali (i ”faretti”), le lampade alogene con attacco G9 e R7S (spesso utilizzate per le lampade da tavolo e i proiettori).
Inoltre, il divieto non riguarda i prodotti già presenti a magazzino o nei negozi, ma solo quelli nuovi immessi sul mercato a partire dal 1 settembre 2018.
I benefici che si evidenzieranno saranno non solo per per l’ambiente ma anche per i consumatori e il mondo industriale.
La Commissione Europea ha stimato che questa misura consentirà un risparmio di 15,2 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 entro il 2025, corrispondenti alle emissioni generate annualmente da due milioni di persone.
Inoltre, le lampade di nuova generazione, avendo migliori performances energetiche ed un ciclo di vita molto più lungo, contribuiranno a ridurre la produzione di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche/Elettroniche)  e ad alleggerire il portafogli dei consumatori.

 

SISTRI – Pubblicata la guida aggiornata “Gestione Azienda”

È disponibile nella sezione Manuali e Guide del sito di SISTRI (Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti) la versione aggiornata della guida “Gestione Azienda”.

Leggi la Guida Gestione Azienda di SISTRI.

www.sistri.it

 

Scadenze ambientali di settembre 2018

  • 20 settembre – CONAI  – Dichiarazione mensile CONAI (mod. 6.1; 6.2; 6.10) – si ricorda che le dichiarazioni vanno obbligatoriamente effettuate mediante la procedura online
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.novatech-srl.it/author/eva">
Twitter
LinkedIn