Archivio mensile dicembre 2019

Plastic tax: nella legge di bilancio 2020 la MACSI come misura per il contrasto alle plastiche monouso.

Tra le disposizioni di legge contenute nella legge di bilancio 2020 (L. 27/12/ 2019, n. 160 – G.U. n. 304 del 30/12/19)  è prevista l’istituzione dell’imposta sui manufatti in plastica monouso (abbreviata con MACSI e già ribattezzata come c.d. plastic tax).

L’imposta andrà a colpire i prodotti costruiti con polimeri plastici destinati al contenimento, manipolazione, protezione o consegna di merci o prodotti alimentari.

La tassa ammonterà a 0,45 euro/kg di materia plastica e la sua applicazione è prevista a partire dal   dal 1 luglio 2020.

Contestualmente, la manovra di bilancio prevede un credito d’imposta corrispondente al 10 % delle spese che verranno sostenute nel 2020 per l’adeguamento tecnologico degli impianti allo scopo di produrre manufatti compostabili e biodegradabili.

Questa misura fiscale viene vista positivamente dal presidente nazionale di Legambiente il quale la considera: “un intervento doppiamente utile per contrastare il problema della plastica in mare che, dopo i cambiamenti climatici, è la seconda emergenza globale ambientale, e per riconvertire la produzione in una chiave green”.

L’Europa produce 60 milioni di tonnellate di plastica, ma appena il 30% viene riciclato.

LEGGE 27 dicembre 2019, n. 160 .
Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022.

Albo Nazionale Gestori Ambientali: chiarimenti sull’iscrizione delle macchine operatrici.

L’Albo Nazionale Gestori Ambientali, ha pubblicato una circolare a chiarimento delle richieste inerenti l’ambito di ammissibilità delle macchine operatrici nelle categorie dell’Albo legate al trasporto di rifiuti.

Ne deriva che le macchine operatrici possono essere iscritte all’Albo:

  • nella categoria 2-bis per il trasporto di rifiuti connessi al ciclo operativo della macchina stessa o del cantiere;
  • nella categoria 1 per l’attività di spazzamento meccanizzato (relativamente alle macchine spazzatrici e per le tipologie di rifiuti con codici 200302 e 200303);
  • nella categoria 1 per l’attività di raccolta e trasporto di rifiuti giacenti sulle aree e strade urbane, extraurbane e autostrade di cui all’art. 184, comma 2, lett. d) del D. Lgs. n. 152/06 e per la raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati sulle spiagge marittime e sulle rive dei corsi d’acqua.

Definizione di “Macchine operatrici” da art 58 Codice della Strada:

“1. Le macchine operatrici sono macchine semoventi o trainate, a ruote o a cingoli, destinate ad operare su strada o nei cantieri, equipaggiate, eventualmente, con speciali attrezzature. In quanto veicoli possono circolare su strada per il proprio trasferimento e per lo spostamento di cose connesse con il ciclo operativo della macchina stessa o del cantiere, nei limiti e con le modalità  stabilite dal regolamento di esecuzione.

2. Ai fini della circolazione su strada le macchine operatrici si distinguono in:

a) macchine impiegate per la costruzione e la manutenzione di opere civili o delle infrastrutture stradali o per il ripristino del traffico;
b) macchine sgombraneve, spartineve o ausiliarie quali spanditrici di sabbia e simili;
c) carrelli: veicoli destinati alla movimentazione di cose.

3. Le macchine operatrici semoventi, in relazione alle loro caratteristiche, possono essere attrezzate con un numero di posti, per gli addetti, non superiore a tre, compreso quello del conducente.

4. Ai fini della circolazione su strada le macchine operatrici non devono essere atte a superare, su strada orizzontale, la velocità  di 40 km/h; le macchine operatrici semoventi a ruote non pneumatiche o a cingoli non devono essere atte a superare, su strada orizzontale, la velocità  di 15 km/h.”

Leggi il testo della circolare n. 11 del 17/12/2019

CONAI: tutte le novità per il 2020.

L’anno 2019 ha visto numerose iniziative che hanno avuto come protagonista il CONAI e il sistema di gestione della filiera di recupero degli imballaggi nei sei materiali sui quali si applica il contributo ambientale.

Ricordiamo che, da inizio 2019 è intervenuta la modificata del meccanismo di applicazione del contributo ambientale CONAI, variando il momento della cosiddetta “prima cessione” (leggi notizia).

I consorziati sono stati sempre più spesso chiamati a rispondere ad iniziative del CONAI volte a verificare la corretta applicazione dei meccanismi contributivi (ad es.  con richieste di partecipazione sondaggi, questionari o con controlli diretti e indiretti).

Riportiamo qui di seguito le principali novità che avranno effetto dal 1 gennaio 2020.

NOVITÀ SUL CONTRIBUTO CONAI PLASTICA

Continua l’attività di ridefinizione da parte di CONAI delle fasce contributive sugli imballaggi in plastica coerentemente con l’evoluzione delle tecnologie a disposizione negli impianti di riciclo/recupero dei materiali di imballaggio.

Sono state pubblicate le liste aggiornate suddivise per fasce, in vigore dall’1.1.2020:

Lista_imballaggi_plastica_nelle_fasce_contributive_2020.

Tutte le informazioni relative alla diversificazione del contributo ambientale CONAI sugli imballaggi in plastica sono riportate alla pagina: Contributo diversificato Plastica

È stata, inoltre, predisposta un’apposita sezione FAQ sul tema “Contributo diversificato plastica”: Domande Frequenti (FAQ).

 

NUOVE SOGLIE DI DICHIARAZIONE ED ALTRE NOVITÀ

Sono, inoltre, state pubblicate alcune circolari applicative inerenti:

  • la variazione delle soglie che determinano la periodicità delle dichiarazioni obbligatorie (circolare 5/12/2019)
  • una nuova forma di procedura semplificata per la dichiarazione delle importazioni di imballaggi (circolare 2/12/2019)
  • l’estensione della procedura semplificata prevista per i commercianti di imballaggi ad alcuni produttori (circolare 4/12/2019)
  • una nuova procedura di esenzione e applicazione del Contributo ambientale Conai per i “rotoli di foglio di alluminio” e per i “rotoli di pellicola di plastica per alimenti” (circolare 29/11/2019)

Scadenze ambientali di gennaio 2020

  • 20 gennaio – CONAI  – Dichiarazione mensile/trimestrale/annuale (mod. 6.1; 6.2; 6.10; 6.20) – si ricorda che le dichiarazioni vanno obbligatoriamente effettuate mediante la procedura online
  • 1 gennaio – CONAI – Entrata in vigore dei nuovi contributi su plastica, legno, carta (leggi notizia)

Norme pubblicate nel mese di dicembre 2019

GAZZETTA UFFICIALE

GU Serie Generale n. 304 del 30-12-2019 – Suppl. Ordinario n. 45

LEGGE 27 dicembre 2019, n. 160.
Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022.

GU Serie Generale n.303 del 28-12-2019

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

DECRETO 7 novembre 2019 Attuazione della direttiva (UE) del 15 maggio 2019, che modifica la direttiva 2009/128/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, concernente la definizione di indicatori di rischio armonizzati.

GU Serie Generale n.301 del 24-12-2019

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 26 ottobre 2019, n. 124 Testo del decreto-legge 26 ottobre 2019, n.124 (in Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 252 del 26 ottobre 2019), coordinato con la legge di conversione 19 dicembre 2019, n. 157, recante: «Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili».

GU Serie Generale n.297 del 19-12-2019

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
DECRETO 30 ottobre 2019
Termini, modalita’ e procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento innovativi finalizzati a consentire la trasformazione tecnologica e digitale delle piccole e medie imprese mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti al piano Impresa 4.0 ovvero a favorire la loro transizione verso il paradigma dell’economia circolare.

GU Serie Generale n. 292 del 13-12-2019

LEGGE 12 dicembre 2019, n. 141 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualita’ dell’aria e proroga del termine di cui all’articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 14 ottobre 2019, n. 111 Testo del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111 (in Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 241 del 14 ottobre 2019), coordinato con la legge di conversione 12 dicembre 2019, n. 141 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale – alla pag. 1 ), recante: «Misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualita’ dell’aria e proroga del termine di cui all’articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229.».

GU Serie Generale n.282 del 02-12-2019

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 novembre 2019, n. 138

Regolamento di organizzazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

 

BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE VENETO

Bur n. 146 del 20 dicembre 2019

DECRETO DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE n. 461 del 23 ottobre 2019
Concessione di contributi di cui all’art. 20, comma 2, della L.R. 12/01/2009, n. 1, come previsto dal Bando approvato con DGR n. 1234 del 20 agosto 2019, a sostegno di interventi di bonifica ed il ripristino ambientale di siti inquinati. Impegno di spesa

GAZZETTA UFFICIALE UNIONE EUROPEA

GU L n. 312  del 5/12/2019

Decisione di esecuzione (UE) 2019/2010 della Commissione del 12 novembre 2019 che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT), a norma della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per l’incenerimento dei rifiuti

GU L 313 del 4.12.2019

Decisione di esecuzione (UE) 2019/2031 della Commissione del 12 novembre 2019 che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT) per le industrie degli alimenti, delle bevande e del latte, ai sensi della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio

 

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

Circolare n. 11 del 17 dicembre 2019 – Chiarimenti sull’iscrizione all’Albo delle macchine operatrici

PINTEREST
LinkedIn