Abolito il SISTRI, nasce il Registro Elettronico Nazionale dei rifiuti.

Abolito il SISTRI, nasce il Registro Elettronico Nazionale dei rifiuti.

Sulle ceneri del SISTRI (soppresso con articolo 6 della legge n. 12/2019 a partire dal 1 gennaio 2019) nasce il Registro Elettronico Nazionale per la tracciabilità dei rifiuti.

La citata legge n. 12/2019, ha disposto la soppressione del SISTRI – Sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti – nonchè  l’abrogazione di tutte le disposizioni normative collegate ed il venir meno degli adempimenti relativi all’iscrizione ed al versamento del contributo annuale.

La medesima disposizione di legge, ha previsto la nascita del nuovo  Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti, gestito direttamente dal Ministero dell’ambiente.

Fino all’istituzione del nuovo Registro elettronico nazionale, è disposto che gli adempimenti relativi alla gestione “amministrativa” dei rifiuti siano adempiuti attraverso i metodi di registrazione già in vigore: registro di carico e scarico, formulario di trasporto rifiuti e Mud.

L’effettiva operatività del nuovo Registro Elettronico nazionale è rinviata alla emanazione di un apposito decreto ministeriale che ne disciplinerà i contenuti e le modalità di tenuta.

Leggi art. 6 L. n. 12/2019

PINTEREST
LinkedIn