MUD 2020: La scadenza ritorna al 30 aprile.

MUD 2020: La scadenza ritorna al 30 aprile.

Il MUD 2020 – Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, torna alla tradizionale scadenza del 30 aprile 2020.

Resta in vigore il modello utilizzato per la precedente dichiarazione, stabilito con D.P.C.M. 24 dicembre 2018 (G.U. n. 45 del 22/02/2019, S.O. n. 8).

Ricordiamo, in proposito, i soggetti obbligati alla presentazione del MUD, definiti dall’articolo 189, comma 3, del D.lgs. 152/2006:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi – cosí come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g) -;
  • Intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Trasportatori di rifiuti;
  • Gestori di impianti di trattamento rifiuti,
  • Comuni.

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, ai sensi dell’art. 69, comma 1, L. 28/12/2015, n. 221

  • le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile;
  • i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 (Servizi di saloni di barbieri e parrucchiere; Servizi degli istituti di bellezza; Attività di tatuaggio e piercing).

Il modello è articolato in sei diverse comunicazioni, da compilare o meno a seconda dei soggetti obbligati.

 

Come ogni anno, Novatech Srl offre un servizio di compilazione del MUD e verifica accurata di tutta la documentazione correlata.

Per ogni ulteriore informazione ed un preventivo personalizzato, contattaci ai seguenti recapiti:

tel. 049 8936673
mud@novatech-srl.it

PINTEREST
LinkedIn