fbpx

MUD 2013: le principali novità

MUD 2013: le principali novità

Con Dpcm 20 dicembre 2012 , pubblicato in  GU 29 dicembre 2012 n. 302, So n. 213, è stato approvato il nuovo modello del MUD – Modello Unico di dichiarazione Ambientale per l’anno 2013 (dati del 2012).

Riassumiamo di seguito le principali novità introdotte, i soggetti obbligati e le modalità di presentazione della dichirazione annuale per la sezione rifiuti speciali.

LE PRINCIPALI NOVITÀ NELLA SEZIONE RIFIUTI SPECIALI

  1. nella sezione anagrafica è obbligatorio indicare il codice ISTAT ATECO nella versione 2007 (fino all’anno scorso si usava la versione 2002)
  2. nella sezione anagrafica va indicata la presenza di eventuali certificazioni ambientali (ISO 14001 e EMAS)
  3. il MUD è stato reintrodotto per i trasportatori di rifiuti e gli intermediari senza detenzione
  4. dev’essere indicato il rifiuto pericoloso trasportato in proprio (l’articolo 189, comma 3 esonera infatti solo il trasporto in proprio dei rifiuti non pericolosi)
  5. dev’essere indicata la quantità dei rifiuti in giacenza al 31/12/2012
  6.  sono stati inseriti due nuovi moduli relativi a rifiuti ricevuti (modulo RT-SP) o destinati (modulo DR-SP) a terzi all’estero (regolamento 1013/2006/Ce)
  7. nel modulo RT-SP vi è ora anche la possibilità di indicare che il rifiuto è stato ricevuto da privati (utile per coloro che prelevano rifiuti da una pluralità di soggetti privati)
  8. non è più necessario indicare lo stato fisico dei rifiuti;
  9. per le operazioni di recupero e smaltimento:
    — è stata introdotta la nuova classificazione delle discariche prevista dal Dlgs 36/2003
    — dev’essere indicato il dato relativo alla quantità di rifiuto per la quale il dichiarante ha svolto un’attività di
    preparazione per il riutilizzo, come previsto dalla direttiva 2008/98/Ce,
    — per le attività di messa in riserva e deposito preliminare dev’essere indicata la quantità complessiva gestita nel
    corso dell’anno, (per avere i dati degli impianti che hanno ricevuto autorizzazioni per queste sole attività).

 

SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DEL MUD SEZIONE RIFIUTI SPECIALI

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti
  • Commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi
  • Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che:
    – hanno più di 10 dipendenti
    – i rifiuti derivano la lavorazioni industriali, artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi

SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE LA DICHIARAZIONE RIFIUTI SPECIALI SEMPLIFICATA
Coloro che rispettano tutte le seguenti condizioni:
– sono produttori iniziali di non più di 7 rifiuti
– i rifiuti sono prodotti nella propria unità locale (quindi non ad es. in cantieri esterni)
– per ogni rifiuto hanno utilizzato non più di 3 trasportatori e 3 destinatari.
La comunicazione, in questo caso, può avvenire anche tramite modulistica cartacea semplificata ed essere spedita per via postale a mezzo raccomandata senza avviso di ricevimento alla CCIAA di competenza. Non è più prevista la consegna a mano direttamente allo sportello della CCIAA.

COMUNICAZIONI CON OBBLIGO DI TRASMISSIONE TELEMATICA
Tutte le comunicazioni – salvo quella semplificata – devono essere presentate esclusivamente per via telematica (dal sito www.mudtelematico.it con utilizzo della firma digitale) utilizzando il software per produrre il file da inviare predisposto da Unioncamere o altri software che rispettino i requisiti tecnici indicati dalla norma.
Non sono più ammesse dichiarazioni inviate con altre modalità come ad esempio cd, dvd, floppy, né comunicazione su moduli cartacei (salvo quella semplificata).

 

LA SCADENZA
La scadenza per la presentazione è il 30 aprile 2013.

 

VERSAMENTO DIRITTO DI SEGRETERIA
Deve essere versato un diritto di segreteria per ogni unità locale che presenta la dichiarazione.
In caso di invio cartaceo (solo per la comunicazione semplificata) il diritto spettante alla CCIAA può essere versato con bollettino postale. L’importo in questo caso è di euro 15 per singola anagrafica.
In tutti gli altri casi di trasmissione telematica il pagamento va effettuato attraverso i sistemi di pagamento elettronici sicuri messi a disposizione dalle Camere di Commercio (carta di credito o Telemaco Pay).
L’importo in questo caso è di euro 10 per singola anagrafica.

SOGGETTI OBBLIGATI TIPOLOGIA DI DICHIARAZIONE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DIRITTI DI SEGRETERIA
Produttori di non più di 7 rifiuti, prodotti nell’U.L., utilizzando per ciascuno non più di 3 trasportatori e 3 destinatari

Comunicazione rifiuti speciali semplificata

oppure

Comunicazione rifiuti speciali

Spedizione postale della modulistica cartacea

Trasmissione telematica

15 euro/anagrafica

10 euro/anagrafica

Tutti gli altri produttori di rifiuti obbligati

Comunicazione rifiuti speciali

Trasmissione telematica

10 euro/anagrafica

Gestori di impianti (recuperatori, smaltitori)
Trasportatori di rifiuti a titolo professionale
Intermediari e commercianti senza detenzione

 

Facebook
LinkedIn