Criteri Ambientali Minimi: pubblicati i CAM dei servizi di verde pubblico e ristorazione.

Criteri Ambientali Minimi: pubblicati i CAM dei servizi di verde pubblico e ristorazione.

Sono stati definiti, con D.M. del 10 marzo 2020, i c.d. CAM – Criteri Ambientali Minimi – relativi alla gestione e fornitura di servizi di verde pubblico e ristorazione.

I CAM sono definiti come i criteri minimi affinché un appalto possa essere definito verde in base alle indicazioni del PAN-GPP (Piano d’Azione Nazionale del Green Public Procurement) definito a livello nazionale nel 2011.

L’applicazione dei criteri ambientali minimi si pone l’intento di rispondere all’esigenza della pubblica amministrazione di razionalizzare i propri consumi, ridurre la spesa e contenere e ridurre gli impatti ambientali connessi alla proprie prestazioni.

Il Codice degli appalti (D. Lgs n. 50/2016) rende obbligatoria l’applicazione dei CAM da parte di tutte le stazioni appaltanti.

Con questo provvedimento sono stati definiti in particolare i CAM relativi a:

  • servizio di progettazione di nuova area verde o riqualificazione di area già esistente;
  • servizio di gestione e manutenzione del verde;
  • fornitura di prodotti per la gestione del verde (materiale florovivaistico, prodotti fertilizzanti e impianti di irrigazione)

Per i servizi di ristorazione collettiva e fornitura di derrate alimentari, i CAM riguardano in particolare:

  • la ristorazione scolastica,
  • la ristorazione per gli uffici, università e caserme;
  • la ristorazione per strutture ospedaliere, assistenziali, socio-sanitarie e detentive.

 

Leggi il DM del 10 marzo 2020 – Criteri ambientali minimi per il servizio di gestione del verde pubblico e la fornitura di prodotti per la cura del verde.

PINTEREST
LinkedIn