Archivio mensile gennaio 2020

F-gas: in vigore le sanzioni per le violazioni sui gas serra.

Con D. Lgs. n. 163 del 5 dicembre 2019, pubblicato sulla G.U. del 2/1/2020, è stata introdotta la disciplina sanzionatoria per la violazione degli obblighi sui gas fluorurati a effetto serra, di cui al regolamento (UE) n. 517/2014, e dei relativi regolamenti di esecuzione della Commissione europea, attuati con decreto del Presidente della Repubblica 16 novembre 2018, n. 146.

Tra le sanzioni previste sono comprese anche quelle riferite agli obblighi connessi al Registro F-Gas e alla Banca Dati F-Gas.

Le sanzioni variano da 150 euro a 100.000 euro,  in base alle violazioni, nei confronti delle imprese che svolgono l’attività di recupero dei gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore della categoria M1 e N1, avvalendosi di personale non in possesso del prescritto attestato e se non hanno effettuato l’iscrizione dell’impresa o del personale nel Registro telematico nazionale Fgas.

Rinviamo per la lettura dell’intero provvedimento sia al testo in Gazzetta Ufficiale che a quanto riassunto all’interno del portale F-Gas stesso.

Norme pubblicate nel mese di gennaio 2020

GAZZETTA UFFICIALE

GU Serie Generale n. 1 del 02-01-2020

DECRETO LEGISLATIVO 5 dicembre 2019, n. 163 Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006.

 

GAZZETTA UFFICIALE UNIONE EUROPEA

GUUE L 312 del 3.12.2019

Decisione di esecuzione (UE) 2019/2010 della Commissione del 12 novembre 2019 che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT), a norma della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per l’incenerimento dei rifiuti

 

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

Circolare n. 1 del 7 gennaio 2020
Quiz verifiche di idoneità del Responsabile tecnico

Albo Nazionale Gestori Ambientali: diritti annuali entro il 30 aprile.

Ricordiamo che entro il 30 aprile 2020, le imprese iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, sono tenute al versamento dei diritti annuali di iscrizione.

Per provvedere al pagamento, le aziende iscritte possono collegarsi al sito www.albonazionalegestoriambientali.it, all’interno della propria area personale, nella sezione “diritti”.

Le modalità ammesse per il versamento sono MAV elettronico bancario o carta di credito.

Gli uffici di Novatech Srl restano a disposizione per assistere le aziende nelle pratiche legate all’iscrizione, aggiornamenti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali e per l’incarico di Responsabile Tecnico per la gestione dei rifiuti.

Tel. 049 89336673
consulenza@nvoatech-srl.it

 

 

 

MUD: 2020 – La scadenza ritorna al 30 aprile.

Il MUD 2020 – Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, torna alla tradizionale scadenza del 30 aprile 2020.

Resta in vigore il modello utilizzato per la precedente dichiarazione, stabilito con D.P.C.M. 24 dicembre 2018 (G.U. n. 45 del 22/02/2019, S.O. n. 8).

Ricordiamo, in proposito, i soggetti obbligati alla presentazione del MUD, definiti dall’articolo 189, comma 3, del D.lgs. 152/2006:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi – cosí come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g) -;
  • Intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Trasportatori di rifiuti;
  • Gestori di impianti di trattamento rifiuti,
  • Comuni.

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, ai sensi dell’art. 69, comma 1, L. 28/12/2015, n. 221

  • le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile;
  • i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 (Servizi di saloni di barbieri e parrucchiere; Servizi degli istituti di bellezza; Attività di tatuaggio e piercing).

Il modello è articolato in sei diverse comunicazioni, da compilare o meno a seconda dei soggetti obbligati.

 

Come ogni anno, Novatech Srl offre un servizio di compilazione del MUD e verifica accurata di tutta la documentazione correlata.

Per ogni ulteriore informazione ed un preventivo personalizzato, contattaci ai seguenti recapiti:

tel. 049 8936673
mud@novatech-srl.it

Scadenze ambientali di febbraio 2020

  • 20 febbraio – CONAI  – Dichiarazione mensile (gennaio 2020) CONAI (mod. 6.1; 6.2; 6.10) – si ricorda che le dichiarazioni vanno obbligatoriamente effettuate mediante la procedura online
  • 29 febbraio – CONAI
    • Richieste di rimborso per esportazioni del 2019 (mod. 6.6 ex post; mod. 6.6-bis)
    • Richiesta di rimborso per le esportazioni del 2019 di imballaggi pieni dichiarati in procedura semplificata import
    • Richiesta plafond di esenzione – sui dati 2019 per il 2020 (mod. 6.5)
    • Richiesta di rimborso compensazione import/export (mod. rimborso da 6.10)
    • Richiesta di rimborso per imballaggi primari di dispositivi medici e/o prodotti farmaceutici

 

  • 28 febbraio – Relazione amianto – entro questa data le imprese che svolgono attività di smaltimento e bonifica dell’amianto devono presentare alle  Regione e alle USL competenti una relazione annuale sull’attività svolta come previsto dall’art. 9, comma 1,  L. 27 marzo 1992, n. 257.
PINTEREST
LinkedIn