Responsabile tecnico Albo Gestori Ambientali: nuovi requisiti e modalità di accesso alla professione.

Scritto il 8 Giu, 2017 in In Evidenza

L’Albo Nazionale  Gestori Ambientali ha pubblicato due delibere sui nuovi requisiti della figura di Responsabile Tecnico della gestione dei rifiuti per le varie categorie dell’Albo nonchè sui criteri  di svolgimento della “verifica” di accesso alla professione e di aggiornamento periodico.

Già il D.M. 120/2014 agli art. 12 e 13 prevedeva i compiti, le responsabilità , i requisiti e la formazione del responsabile tecnico.

In particolare il D.M. de quo prevede che l’idoneità di cui all’articolo 12, comma 4, lettera c), sia attestata mediante una verifica iniziale della preparazione del soggetto e, con cadenza quinquennale, mediante verifiche volte a garantire il necessario aggiornamento.

Le Delibere disciplinano, pertanto, nel dettaglio sia i requisti del  responsabile tecnico che i criteri e le modalità di svolgimento delle suddette verifiche.

La nuova disciplina entrerà in vigore il 16 ottobre 2017 e prevede un periodo transitorio di cinque anni – fino al 16 ottobre 2022 – durante il quale i responsabili tecnici delle imprese ed enti iscritti alla data di entrata in vigore possono continuare a svolgere il ruolo, anche per altre imprese iscritte o che si iscrivono nella stessa categoria, stessa classe o classi inferiori.

Leggi la Delibera n. 6 del 30 maggio 2017 Requisiti del Responsabile Tecnico

Leggi la Delibera n. 7 del 30 maggio 2017 Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche

Leggi il D.M. 120/2014 Regolamento Albo Nazionale Gestori Ambientali